Pnrr: Spira sul Sud il vento d’un triplice tradimento

Per quel che riguarda i fondi europei del Next Generation Eu, il primo tradimento ai danni del Sud si è consumato con l’approvazione del Pnrr, quando si è cioè stabilito che la quota da allocare a Mezzogiorno dovesse essere almeno pari al 40%. Cifra di molto inferiore a quella (70%) che sarebbe dovuta spettare se si fosse tenuto conto dei criteri stabiliti dalle Istituzioni europee.

A questo tradimento si è poi aggiunto quello di tanta classe dirigente meridionale che, a fronte del comunque cospicuo ammontare, ha troppo mollemente consentito la riduzione di quanto effettivamente spettante.

Un ulteriore tradimento rischia oggi di concretizzarsi. Stando alla prima Relazione sul rispetto del vincolo di destinazione delle risorse per il 40 per cento alle regioni del Mezzogiorno, elaborata dal ministero per il Sud retto da Mara Carfagna e pubblicata lo scorso 9 marzo, sono ben sette i ministeri lontani dall’obbligo normativo.

Il ministero del Turismo, guidato dal leghista Massimo Garavaglia, non raggiunge neanche il 30% e quello dello Sviluppo Economico, capitanato dall’altro leghista Giancarlo Giorgetti, riesce a fare ancora peggio non arrivando neppure al 25%.

Male anche al ministero della Transizione Ecologica, un settore cruciale sul quale al Sud veniva riposta grande aspettativa, che si attesta attorno a un misero 37%. Una quota che, secondo la relazione citata, per via della ridotta capacità progettuale delle amministrazioni meridionali e per l’impatto delle risorse associate agli “Ecobonus” delle quali si è più copiosamente avvantaggiato il settentrione, può con tutta probabilità addirittura peggiorare.

Tutti indizi che, in fin dei conti, provano la strategia in essere del trasversale Partito Unico del Nord tesa all’ulteriore accaparramento, predatorio, delle già razziate risorse destinate alle regioni meridionali per le quali, in assenza di una ferma intransigenza di chi le guida, già si annuncia il fallimento dell’obiettivo di ridurre il divario con quelle del Nord.