Il messaggio d’addio di Macron: Diego se queda!

Nella patria della burocrazia non era ancora mai capitato che forma e protocolli venissero così stravolti, ma l’emozione e il dolore per la perdita di Diego Armando Maradona, anche in Francia, è stata tanto sentita da far superare l’istituzionale e mettere, per una volta, da parte il burocratese. È così che il presidente Emmanuel Macron con una nota ufficiale sul sito dell’Eliseo ha riservato al “Pibe de Oro” un tributo lirico, appassionato e commovente da autentico Capo di Stato.

“C’est à Naples que Diego devient Maradona”. È a Napoli che Diego diventa Maradona ed è nel Sud Italia che ritrova “… la dismisura degli stadi del Sud America, l’irrazionale fervore dei tifosi e porta il Napoli sulla strada dello Scudetto, sui tetti d’Europa. Il Mezzogiorno ha la sua rivincita sulla storia”.

La mano di Dio aveva messo sulla terra un genio del calcio, ed ora che “… ce l’ha appena ripreso, con un dribbling imprevisto che ha ingannato tutte le nostre difese”, Macron si unisce idealmente a tutti coloro che hanno speso la “paghetta” per finire l’album dei calciatori con la sua figurina, a tutti coloro che hanno cercato di negoziare con la loro compagna la decisione di battezzare il loro figlio Diego, ai suoi compatrioti argentini, ai napoletani, che hanno dipinto affreschi degni di Diego Rivera. Ed emozionato conclude: Diego se queda.